Quei bambini smarriti, rifugiati per sempre: «Per noi è come stare in prigione»

 
 
6-1-2020
Cronaca - Nei campi profughi continuano gli arrivi. Mentre la guerra in Siria continua e si dimentica la speranza di tornare a casa. Marea però non le vede. Chiude gli occhi e trema ogni volta che il vento scuote la tenda aprendo uno squarcio luce. È così da ...
Persone: mareamurad
Organizzazioni: daeshemergency
FOTO
1 di 1
Gli articoli sono stati selezionati e posizionati in questa pagina in modo automatico. L'ora o la data visualizzate si riferiscono al momento in cui l'articolo è stato aggiunto o aggiornato in Libero 24x7