Il romanzo non è morto, ma i narratori non si sentono tanto bene

 
 
13-9-2021
Spettacoli e Cultura - Dopo Cormac McCarthy e Philip Roth, gli scrittori, anche i migliori fra loro, si sono rifugiati nella non-fiction e nell'auto-fiction per sentirsi più liberi. Forse si sono dimenticati che Melville, Dostoevskij e Tolstoj avevano scelto ... ...
FOTO
1 di 1
Gli articoli sono stati selezionati e posizionati in questa pagina in modo automatico. L'ora o la data visualizzate si riferiscono al momento in cui l'articolo è stato aggiunto o aggiornato in Libero 24x7