Quando la mafia pensò di fare saltare la Torre di Pisa con una bomba

 
1
 
13-1-2020
A rispolverare la vicenda è stato Paolo Bellini, ex primula nera di Avanguardia Nazionale. Quei contatti con il boss di Altofonte, Antonino Gioè: "Mi disse di una trattativa fra Cosa nostra, i piani alti del Governo e del collegamento con gli Stati ...
Persone: gioèbellini
Organizzazioni: cosa nostrapolizia
Tags: mafiabomba
FOTO
1 di 1
Gli articoli sono stati selezionati e posizionati in questa pagina in modo automatico. L'ora o la data visualizzate si riferiscono al momento in cui l'articolo è stato aggiunto o aggiornato in Libero 24x7